Da 56 anni creiamo oggetti di raffinata fattura; piccoli capolavori di alta qualità, prodotti con le antiche e nobili tecniche di una volta.

Abili mani, dita che corrono fino ad inseguirsi in un accavallarsi di movimenti, che intrecciano ed incrociano pregiati filati per dare forma e vita, con un lavoro paziente e certosino, ai limiti dell’immaginabile, a pezzi unici ed irripetibili.

Delle vere e proprie opere d’arte in miniatura.

Giovanni Plenilunio nel 1956 da Mesagne, cittadina in provincia di Brindisi, stabilì a Campi Salentina, nella conca d’oro del Salento, con il conforto della figlia Anna, la sua piccola azienda. Una linea di produzione di fregi, civili e militari, riservati inizialmente all’esportazione in Canada.

Da qui la storia dell’azienda si arricchisce via via di nuove e sempre maggiori commesse: dalla realizzazione dei fregi degli Ussari, la guardia della regina d’Inghilterra, alla realizzazione dei ricami sulle marsine della Casa reale britannica in occasione della incoronazione di Elisabetta II; dalla realizzazione dei “galloni” della Air Force a quelli per le forze armate francesi e tedesche senza tralasciare i ricercatissimi e sfolgoranti “galloni” posti sulle divise dei Marines americani, oltre ai fregi dell’aviazione e della marina militare.
Non poteva ovviamente mancare la storica Arma dei Carabinieri ed i Corazzieri che tutt’ora si rivolgono all’azienda Plenilunio per la realizzazione di fregi e mostrine riservate ai suoi alti ufficiali.
Una menzione a se merita quella che la famiglia Plenilunio considera il suo fiore all’occhiello: la realizzazione del berretto militare del colonnello libico Gheddafi. Un ricordo che ancora oggi la signora Anna Plenilunio Minonne, e le sue figlie Gianna e Gabriella, ricordano ed amano raccontare con particolare trasporto.

La Famiglia Plenilunio Antica famiglia originaria delle Puglie, raggiunse la più elevata espressione gentilizia allorché venne insignita di privilegio araldico, distinzione conferita a coloro che si affermarono per onorandi incarichi resi al proprio sovrano nel campo delle milizie, delle ambascerie, della giustizia, del governo della amministrazione della cosa pubblica.